Aggiornato alle: 10:26

Al via la prima puntata di Ballarò | Giannini: “Grazie a Floris e alla Rai”

di Maria Teresa Camarda

» TV » Al via la prima puntata di Ballarò | Giannini: “Grazie a Floris e alla Rai”

Al via la prima puntata di Ballarò | Giannini: “Grazie a Floris e alla Rai”

| martedì 16 Settembre 2014 - 21:23
Al via la prima puntata di Ballarò | Giannini: “Grazie a Floris e alla Rai”

Prima puntata di Ballarò con il nuovo conduttore, il giornalista Massimo Giannini. “Qualcosa cambia nel paese dei gufi – dice in partura della trasmissione, con un riferimento a una delle metafore più care del premier Matteo Renzi – e anche a Ballarò qualcosa doveva cambiare”.

Giannini ha poi due ringraziamenti da fare. E il primo è per il suo predecessore: “Un ringraziamento doveroso va a Floris, senza di lui questo programma non sarebbe stato quello che è oggi”. E sulle polemiche dei giorni passati, sulla concorrenza che le due trasmissioni – Ballarò e Dimartedì (condotta da Floris, il martedì sera, su La7) – il conduttore di Rai 3 dice: “Ognuno ha fatto la sua scelta, non è il mio caso quello di chi porta rancore”.

>E NEL FRATTEMPO, FLORIS E CROZZA SU LA7…

E poi un “grazie alla Rai, la più grande azienda culturale di questo paese, che deve avere l’orgoglio e il coraggio di dimostrarlo ogni giorno”, dice Giannini, che lancia le linee guida del programma: “Sarà di parte, ma la parte saranno i nostri telespettatori che ci seguono da casa, che hanno il diritto di sapere, capire, conoscere. Seguiremo sempre la verità dei fatti. La parte non saranno mai i partiti di maggioranza o di opposizione. A Ballarò rispetteremo tutte le opinioni”. E cita Pulitzer: “Un giornalismo onesto e indipendente”.

Nell’anteprima del programma non poteva mancare una clip con il vero vip della trasmissione, il comico toscano Roberto Benigni: “Seguò Ballarò da sempre, soprattutto da quando a condurlo è Giannini”, scherza Benigni, ben sapendo che si tratta soltanto della prima puntata.

E la trasmissione non poteva che iniziare con l’intervista giocosa del conduttore Giannini a Benigni, che comincia con la satira dura al premier e al bonus Irpef da 80 euro: “Ci sono, gli 80 euro ci sono. peccato che manchi lo stipendio”. Ma, via di satira, il comico genovese dà voce al sentire comune dei cittadini.

 

Poi continua a scherzare: “Renzi fa cose impossibili: ha fatto vincere il Pd!”. E sul “programma dei mille giorni”: “Lui spera che noi ce ne scordiamo ma io tengo il conto. Occhio Matteo che ti seguo e non ti mollo”.

Giannini chiede anche a Benigni di dire cosa ne pensa del ritorno del Cavaliere, Silvio Berlusconi:

Benigni ricorda anche il topless del ministro Giannini (guarda le foto): “Renzi ci ha abituato a molti ministri donne nel governo, Ci ha ricordato che ci sono anche le donne. Certo, un ministro in topless non si vedeva dai tempi di Spadolini…”

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it