Sicilia, nuova sconfitta per il presidente Crocetta | Cresce alle urne la corrente “cuperliana” del Pd

di Maria Teresa Camarda

» Politica » Sicilia, nuova sconfitta per il presidente Crocetta | Cresce alle urne la corrente “cuperliana” del Pd

Sicilia, nuova sconfitta per il presidente Crocetta | Cresce alle urne la corrente “cuperliana” del Pd

| lunedì 06 Ottobre 2014 - 14:09
Sicilia, nuova sconfitta per il presidente Crocetta | Cresce alle urne la corrente “cuperliana” del Pd

Si è concluso lo spoglio delle schede elettorali nei due comuni del Siracusano, Pachino e Rosolini, dove si è votato per le elezioni suppletive per l’Assemblea regionale siciliana. L’ex deputato Mpa Giuseppe Gennuso torna a Palazzo dei Normanni a spese di Pippo Gianni, esponente del Pdr (Partito dei democratici per le riforme), che perde il seggio. Il voto era stato annullato dai giudici amministrativi proprio su ricorso di Gennuso.

Ce l’ha fatta anche Bruno Marziano, “cuperliano”, rieletto con poche decine di voti di scarto rispetto al suo compagno di partito, Gianni Cafeo, che è considerato un ‘renziano’. Il responso delle urne penalizza il presidente della Regione, Rosario Crocetta, che da un lato perde con Gianni un deputato della sua maggioranza e dall’altro vede rafforzarsi l’ala del Pd a lui più avversa.

Nei tre seggi di Rosolini sono stati 1.624 gli elettori che sono tornati a votare (59,70%) mentre nei sei seggi di Pachino alle urne si sono recati 1685 elettori. Queste nel dettaglio le preferenze: Giambattista Coltraro (Megafano) 189 voti (143 a Pachino, 46 a Rosolini); Giovanni Cafeo (Pd) 542 voti (326 a Pachino, 216 a Rosolini); Bruno Marziano (Pd) 278 voti (234 a Pachino, 44 a Rosolini); Vincenzo Vinciullo (Pdl) 62 voti (55 a Pachino, 7 a Rosolini); Giuseppe Gennuso (Mpa) 828 voti (158 a Pachino, 670 a Rosolini); Pippo Gianni (Pdr) 58 voti (40 a Pachino, 18 a Rosolini); Stefano Zito (M5S): 5 voti (5 a Pachino, 0 a Rosolini); Giuseppe Sorbello (Udc): 0.

I voti di lista: Megafano 503 (349 a Pachino, 154 a Rosolini); Pd 854 (580 a Pachino, 274 a Rosolini); Pdl 75 (59 a Pachino, 16 a Rosolini); Mpa 1598 (554 a Pachino, 1044 a Rosolini); Cantiere popolare 85 (59 a Pachino, 26 a Rosolini); M5S 31 (15 a Pachino, 16 a Rosolini); Udc 4 (3 a Pachino, 1 a Rosolini).

“Discutibile – dice Fausto Raciti, segretario regionale Pd – è stato il comportamento del presidente della Regione che invece di tenere le distanze da una scelta che riguardava gli elettori del Pd, con le sue azioni ha trasformato questa mini-tornata elettorale nell’ennesimo referendum, ancora una volta perso”.

Quando scendono in campo gli assessori di Crocetta, perdono – dice Antonello Cracolici, parlamentare regionale del Pd, riferendosi all'”influenza” del neo assessore al Territorio, Piergiorgio Gerratana. – Era già successo alle Europee, è accaduto di nuovo alle suppletive di Siracusa. Mi chiedo quante altre volte il presidente della Regione intenderà piegare il suo governo ad interessi elettorali e di parte, e quante altre volte dovrà essere sconfitto per capire che la sua ‘rivoluzione di carta’ è bocciata dai siciliani, e così non si può andare avanti”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820