Aggiornato alle: 23:02

Zamparini-Dybala, è scontro frontale: “Mi sono rotto, lo vendo. Ma la Juve non ha i soldi”

di Redazione

» Sport » Zamparini-Dybala, è scontro frontale: “Mi sono rotto, lo vendo. Ma la Juve non ha i soldi”

Zamparini-Dybala, è scontro frontale: “Mi sono rotto, lo vendo. Ma la Juve non ha i soldi”

| mercoledì 11 Febbraio 2015 - 10:43
Zamparini-Dybala, è scontro frontale: “Mi sono rotto, lo vendo. Ma la Juve non ha i soldi”

“Questo mondo mi fa schifo, non ne posso più. Troppi delinquenti in giro, troppi pescecani. Anche ‘sta storia di Dybala, lo vendo, ormai è praticamente sicuro”. Maurizio Zamparini è un fiume in piena. La sua “nuova” grana si chiama Dybala, gioiello argentino conteso da mezza Europa che i suoi agenti, a detta del patron friulano, stanno allontanando dalla Sicilia: “Mi sono rotto i c***, è per questo che voglio lasciare il calcio, che venderò il Palermo”.

“Eravamo d’accordo sul rinnovo del contratto, ma un mese dopo mi ha tradito, ha perso la testa. Dybala ha solo 21 anni – spiega Zamparini a Tuttosport – Troppo giovane. Gli hanno fatto perdere il senso della realtà. Lui ormai parla solo attraverso i pescecani“. Primo tra tutti l’intermediario Gustavo Mascardi: “Lo porterò in Tribunale per una bella causa civile”.

Poi l’attacco al “Palazzo”, immancabile: “Nel calcio girano fogli che sembrano carte per pulirsi il “sedere” (il termine è più colorito n.d.r). E con quelli c’è chi sposta decine di milioni. E per la Fifa va sempre tutto bene. Che schifo. Basta”. Può esserci la Juve nel futuro della “Joya”? “Marotta mi ha telefonato – ammette – Presidente, mi ha detto, se lo vendi la Juve c’è. Siamo pronti a trattare. Ci interessa molto il tuo ragazzo“.

“Io gli ho quindi risposto: Beppe, mi fa piacere, se posso lo vendo proprio a voi. Preferirei: così Dybala rimarrebbe in Italia. Ma poi, conoscendolo, gli ho subito precisato: non credere che ti faccia lo sconto. Ricordati di Pastore. Conosco la giusta parsimonia della Juve. Ho avuto offerte da mezza Europa. Chelsea, Psg, spagnole, altre inglesi”.

Insomma, sarà difficile vedere Dyabala ancora in Italia: “A Marotta ho detto parliamone, ma ricordati che non hai il petrolio o il gas come Nasser e Abramovich. Temo che alla fine tu non abbia abbastanza soldi. Tra qualche giorno rivelerò il nome dello studio che avrà avuto l’incarico. Intanto Dybala continui a segnare. Gli voglio bene, ma solo in campo si comporta da 10 e lode. Massì, chissenefrega, lo vendo e ne trovo un altro”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it