clinton, clinton contro trump, Clinton elettori Trump, donald trump, hillary clinton, islamofobi, razzisti, sessisti, Usa, xenofobi

Fiato sospeso per gli “aspiranti” candidati alla Casa Bianca. Il ‘supermartedi‘ delle primarie Usa potrà decidere tanto, ma non tutto. Sono chiamati al voto 12 Stati per i Democratici e 13 per i Repubblicani. Per i Dem si vota in Alabama, Arkansas, Georgia, Massachussets, Oklahoma, Tennessee, Texas, Vermont e Viginia.

In Colorado, Minnesota e American Samoa a decidere i delegati sarà invece il Caucus locale. Per il Gop, si svolgeranno le primarie in Alabama, Arkansas, Georgia, Massachussets, Oklahoma, Tennessee, vermont e Virginia. I caucus repubblicani riguarderanno invece Alaska, Colorado, Minnesota e Wyoming.

Il magnate newyorchese Donald Trump è favoritissimo. Dopo aver vinto in Sud Carolina, Nevada e New Hampshire, Trump stacca nei sondaggi i due rivali Marco Rubio e Ted Cruz. Ma per molti analisti, nel caso di una sua vittoria alle primarie, la sconfitta nella competizione contro Clinton e Sanders sarebbe scontata.

Intanto l’ex segretario di Stato Hillary Clinton ostenta sicurezza: “Non credo che l’America debba tornare a essere grande – ha detto in Massachusets – quello che dobbiamo fare è restituire all’America la sua unita’”. La Clinton, secondo un sondaggio della Nbc, sarebbe avanti in Texas, Georgia e Tennessee.