Frosinone Palermo sconfitta, Palermo, ricorso Frosinone Palermo, ricorso palermo, vittoria a tavolino palermo, Zamparini frosinone

A meno di 24 ore dalla sconfitta contro l’Inter, il presidente del Palermo Maurizio Zamparini torna a far parlare di sé con alcune dichiarazioni al veleno: secondo il patron friulano, intervistato a Radio Kiss Kiss, la squadra ha una mentalità perdente, trasmessa dall’allenatore Iachini, accusato di non imporre gioco nell’arco dei 90 minuti.

Giocando così, contro il Napoli non ci sono speranze: “Se continuiamo con questa mentalità, allora col Napoli perdiamo 5-0. Io al Napoli invidio Sarri, perché impone il suo gioco, cosa che Iachini non fa e io non approvo in maniera assoluta. Gli voglio bene, ma il Palermo deve giocare a calcio e per ora non lo sta facendo. Niente barricate, impariamo da Frosinone e Carpi, dinanzi alle quale mi inchino”.

Higuain è un campione straordinario: “Faccio il tifo per Higuain e per i suoi compagni, spero che sia l’anno del Napoli, è ora di smetterla con le superpotenze come la Juve. Il “Pipita” mi ricorda i vari Dybala, Cavani, Pastore, che seguo ancora molto da vicino, come se fossero miei figli“.

Per quanto riguarda Vazquez…: “Sarei felice di darlo al Napoli, è il trequartista più forte d’Europa. Ha il calcio nel sangue, da solo è mezzo Palermo. Magari andasse a Napoli, ma non penso che mi vedrò con De Laurentiis domenica, io non vado a vedere le partite. Se lo vuole, però, spero che non tiri sul prezzo. Mi aveva già chiesto Dybala, poi ha tentennato, anche perché Sarri non è allenatore per i Dybala e i Vazquez. In questo senso ha ancora la mentalità da Empoli”.