Aggiornato alle: 13:19

Tennis e doping. La Wada non vuole concedere sconti di pena a Maria Sharapova

di Redazione

» Altri Sport » Tennis e doping. La Wada non vuole concedere sconti di pena a Maria Sharapova

Tennis e doping. La Wada non vuole concedere sconti di pena a Maria Sharapova

| mercoledì 09 Marzo 2016 - 19:27
Tennis e doping. La Wada non vuole concedere sconti di pena a Maria Sharapova

Dopo il clamoroso annuncio da parte di Maria Sharapova, la Wada (l’agenzia mondiale Anti-doping), che si riunisce oggi a Londra, ha invocato la massima severità nella punizione per la tennista.

“Il Meldonium è stato aggiunto alla lista delle sostanze proibite perché è in grado di migliorare le prestazioni” ha spiegato il presidente della Wada, Craig Reedie.

In un’articolo apparso oggi sull’Independent, il numero uno dell’agenzia si è limitato a sottolineare che il farmaco è molto diffuso tra gli atleti non solo russi ma anche etiopi, evitando però di entrare nello specifico del caso,

Duro, molto duro Dick Pound, ex presidente Wada: ” È stata ai vertici dello sport per 10, 12 anni… Sveglia, c’è qualcuno a casa? Merita assolutamente di essere squalificata, la durata non spetta a me deciderlo. È un caso difficile da capire perché con l’entourage che la segue come è possibile che nessuno se ne sia accorto? Come puoi essere così stupido?”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it