Una fortissima esplosione si è registrata lo scorso pomeriggio nel centro di Ankara, nel quartiere di Kizilay. A riferirlo è la Bbc che parla di diversi feriti. La deflagrazione è avvenuta in una zona vicina a quella in cui il 17 febbraio scorso era scoppiata un’autobomba che aveva ucciso 29 persone. Sul posto sono arrivate un gran numero di ambulanze e soccorritori.

L’esplosione ha provocato almeno 37 morti e 125 feriti. Lo riferisce l’ufficio del governatore locale. L’esplosione, secondo le prime informazioni. sarebbe stata causata da un’autobomba. È stata evacuata la zona della strage nel timore di un secondo attacco.

Dopo l’attacco di ottobre alla stazione di Ankara, attribuito dal governo all’Isis come quello del 12 gennaio a Istanbul, per l’autobomba del mese scorso le autorità avevano puntato il dito contro i curdi del PKK attivi in Turchia e quelli siriani del Pyd, nonostante una successiva rivendicazione del gruppo estremista curdo Tak.