Grossi problemi per Federica e Lorenzo. La giovane dice al fidanzato di aver mentito ai genitori in merito alla loro relazione: Lorenzo non la prende affatto bene e va via da casa di Federica. Nel frattempo arriva Alessandro che scopre la verità: la figlia ha continuato a vedere Lorenzo, nonostante le promesse fatte ai genitori. Comincia così la tredicesima e ultima puntata di “Tutto può succedere“, la serie tv trasmessa su Rai 1.

tutto può succedere 1

Elia, ex marito di Sara, chiede alla donna di poter rivedere i figli nel weekend per poter passare un po’ di tempo con loro: Ambra non accetta l’invito e chiede a Denis di fare lo stesso. Sara però ci tiene, poichè non vorrebbe che il legame tra i figli e il padre si spezzasse completamente. Giada rimprovera Ambra per la durezza nei confronti del fratello: avrà forse esagerato? Ambra chiede alla mamma le motivazioni del gesto e alla fine ci ripensa per il bene del fratello che è entusiasta per l’incontro con il papà.

tutto può succedere 2

Tensione tra Cristina, Alessandro e Federica. Le bugie della figlia, infatti, hanno causato in loro delusione e preoccupazione: Federica però vuole a tutti i costi risolvere con Lorenzo, che non vuole più saperne di lei. Lorenzo, dopo aver incontrato Federica e averla rifiutata, raggiunge Alessandro in ufficio, dicendogli di non essere più un “pericolo” per la sua famiglia. Alessandro capirà che Lorenzo è un bravo ragazzo e che l’amore che nutre per Federica è vero e sincero?

tutto può succedere 3

Difficoltà anche per Feven e Carlo. Robel, dopo aver sentito litigare i genitori, ha smesso di parlare, causando grande preoccupazione in casa Ferraro. Carlo e Robel portano il figlio dal logopedista che parla di un forte stress emotivo. Il bimbo, che ha scoperto da poco tempo di avere un padre, ha visto litigare i genitori e si è chiuso in sè stesso: il compito di Carlo e Feven dovrebbe essere quello di creare un ambiente familiare sereno e non ostile al bambino.

tutto può succedere 5

Ambra, per cercare di aiutare la cugina, chiama Lorenzo chiedendogli di ripensarci in merito alla storia con Federica. Lorenzo decide finalmente di chiamare Federica scusandosi per essere stato duro con lei e chiedendole di parlare con i genitori. Nel frattempo, durante una cena in famiglia, Giulia ha delle fitte e capisce di aver perso il bambino.

utto puo succedere 6

L’incontro tra Elia, Sara e i figli prende una brutta piega. Il padre, in un momento di ira, bisticcia con un uomo: Denis e Ambra, spaventati per la reazione del papà, decidono di andare via. Sara è sconvolta per il comportamento di Elia e gli si scaglia contro in modo assolutamente inaspettato. Federica, dopo l’ennesimo litigio con i genitori, va via da casa e chiede alla nonna di poter stare qualche giorno da lei.

tutto puo succedere 7

Federica dice ai genitori di non avere alcuna intenzione di tornare a casa finchè non potrà rivedere Lorenzo. Cristina e Alessandro ci rimangono male, ma accettano la decisione della figlia. Alessandro però teme di aver preso la decisione sbagliata, perchè ha capito che Lorenzo è davvero un bravo ragazzo. Luca, nel frattempo, consiglia a Giulia di consultare uno psicologo: dopo l’aborto spontaneo, la donna si comporta in modo strano e sceglie di non dire a nessuno dell’accaduto.

tutto può succedere 8

Ambra ha passato gli esami di Stato, lasciando senza parole la commissione. Nel frattempo il prof. Nardini ne approfitta per riprovarci con Sara, che è passata da scuola per assistere all’esame della figlia. La donna però non sembra essere coinvolta, forse per la recente delusione ricevuta da Giorgio.

tutto puo succedere 9

Giulia, per tentare di riprendersi, invita Feven, Sara e Cristina a cena, confidando di aver perso il bambino. Nel frattempo arriva anche Alessandro, che all’interno dei secchi della spazzatura ha trovato un test di gravidanza e crede che sia di Federica: Cristina però lo rassicura, dicendogli di essere lei la persona incinta. La puntata si conclude con il ritorno a casa di Federica.

Leggi anche il riassunto della dodicesima puntata di “Tutto può succedere”