Ahmed Aboutayeb, divieto atterraggio ministro turco, Fatma Betul Sayan Kaya, ministro famiglia turco scortato, ministro turco scortato confine germania, Olanda, Olanda conto Turchia

All’indomani dell’attacco da parte di due kamikaze ad Ankara, nel quale sono morte 37 persone, la polizia turca ha fermato almeno 11 persone a Sanliurfa, nel sud-est del Paese al confine con la Siria, accusate di legami con i 2 attentatori.

Lo ha detto il premier turco, Ahmet Davutoglu, aggiungendo che è in corso un test del Dna per accertare l’identità di chi ha compiuto l’attentato, che è rimasto ucciso nell’esplosione. Pare che almeno uno dei kamikaze fosse una donna.

Tra i fermati ci sono anche familiari di almeno uno dei sospetti attentatori. Gli altri finiti in manette sono impiegati della concessionaria dove i kamikaze si sarebbero procurati la Bmw bianca usata per l’attacco. Le persone fermate verranno portate ad Ankara per essere interrogate.