aggressione foggia, aggressione vicepreside, foggia vicepreside, Murialdo foggia, pestaggio docente foggia

Sono nove le ordinanze di custodia cautelare (cinque in carcere e quattro ai domiciliari) eseguite nei confronti di altrettante persone ritenute responsabili dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e alla bancarotta fraudolenta, ricettazione e riciclaggio.

Le indagini, svolte dagli investigatori della Mobile e iniziate nella primavera del 2013, come informa una nota della Polizia, “hanno permesso di evidenziare che il gruppo criminale si è reso autore di un numero elevato di truffe”.

Queste venivano perpetrate attraverso la precostituzione e lo sfruttamento di società, in danno di aziende di tutto il territorio nazionale per svariate centinaia di migliaia di euro”. Le truffe, in base alle accuse, “erano realizzate attraverso società di comodo che acquistavano da ignare aziende enormi quantità di merci di varia natura dando in pagamento assegni post datati, non pagabili per difetto di provvista o firma”.