Brunel, rugby, Jacques Brunel, Ct Jacques Brunel, Italrugby, raduno a Treviso dell'Italrugby, sport, si24 sport, si24 rugby, si24 Italrugby, Sei Nazioni, Rugby Sei Nazioni, Benetton Treviso Rugby

Un’altra sconfitta pesantissima e cucchiaio di legno: si chiude così l’ultima giornata azzurra del Sei Nazioni 2016 e l’ultimo match da ct di Jacques Brunel, finito con una sconfitta contro il Galles al Principality Stadium di Cardiff, con il punteggio di 67-14 (record negativo in Galles).

Nel primo tempo, l’Italia subisce a freddo la meta del mediano di mischia Webb, abile a cogliere impreparata la difesa dopo la ricezione in rimessa laterale d’attacco a 5 metri dalla linea. La reazione degli azzurri è poco convinta e fondata solo su fasi ravvicinate palla in mano e senza avanzamento, mentre vengono surclassati sul gioco tattico al piede e nell’uno contro uno. Al 30′ arriva la seconda meta gallese, sull’ennesima percussione centrale, seguita 3 minuti dopo dalla meta di Jonathan Davies (in cui si infortuna gravemente Mattia Bellini).

Il secondo tempo si apre con un’altra meta gallese, firmata stavolta da Jamie Roberts, seguita poi da quella di Geroge North con un break a centrocampo: in entrambe sono evidenti gli errori difensivi azzurri, cui si somma la sempre più evidente mancanza di energie.
L’Italia trova uno scatto d’orgoglio con la meta di Palazzani
, che schiaccia dopo una rolling maul avanzante, a cui segue però un’altra meta galles (segnata da Liam Williams), ma anche un’altra meta azzurra con Gonzalo Garcia.

Il Galles segna altre due mete nei minuti finali (la seconda a tempo scaduto): un’ulteriore mazzata per il punteggio e l’orgoglio.