Zamparini, Zamparini Palermo, Zamparini, Zamparini, Fiumefreddo Riscossione Sicilia, Fiumefreddo, risposta Riscossione Sicilia Zamparini

Maurizio Zamparini non ha cambiato idea: il presidente del Palermo è stato sentito in via Rosellini a Milano, in occasione dell’assemblea di Lega Calcio, dove ha ribadito di volere lasciare il Palermo a fine stagione.

Il numero uno dei rosanero ha detto: “Questo calcio mi ha stancato tantissimo. Tempo un paio di mesi e poi lo lascerò. Ho già preparato tutto. Sarei felice se riuscissi a vendere la società a un palermitano, in quel caso il prezzo sarebbe molto basso”.
Ma ribadisce: “Io il presidente non lo farò più comunque. Se non trovo nessuno a cui vendere ci sarà uno di transizione che avrà il compito di trovare acquirenti e vendere la società”.

Nelle questioni che riguardano la vendita della società rientra anche Franco Vazquez, citato come probabile equilibratore del bilancio della società. Sul campione italo-argentino (e non solo) ci sarebbero diverse pretendenti: “La prima che si farà sotto in maniera decisa se lo prenderà. Prima di Pasqua sentirò le offerte di un paio di squadre inglesi, ma anche Galliani ci ha fatto una richiesta. Sarei contento se lo prendesse il Milan. Oltre a Vazquez però saranno sicuramente altri due i giocatori che lasceranno il Palermo: uno è Lazaar”.

Il suo giudizio sul calcio italiano in generale è tombale: “Il calcio è cambiato tantissimo e in peggio da quando sono arrivato io 35 anni fa. Non è più la lega calcio che ho conosciuto: adesso è proprio come il sistema Italia, disastrato, pieno di burocrazia, tasse e della cultura del non fare. Questa è una delle ultime assemblee di Lega a cui partecipo”.