Il wrestler Hulk Hogan ha vinto un risarcimento danni di 115 milioni di dollari (102 milioni di euro) per la violazione della sua privacy da parte del magazine americano Gawker, che nel 2012 aveva diffuso in rete un video in cui il lottatore aveva rapporti sessuali con la moglie di un amico.

Dopo la sentenza, emessa dal tribunale di Saint Petersburg in Florida, il foondatore di Gawker, Nick Denton, ha detto di voler ricorrere in appello, basando la sua difesa sul diritto alla libertà di espressione sancito dal primo emendamento della Costituzione.

Nel corso del processo, Hogan ha sostenuto di soffrire di “stress emotivo” per il danno di immagine subito dopo la pubblicazione del video, diffuso senza la sua autorizzazione mentre era in procinto di divorziare dalla moglie.