Abrini non è uomo col cappello, attentati Francia, attentato Francia, belgio, bruxelles, Francia, Mohamed Abrini, Pieter Van Ostayen, Salah Abdeslam, verità Abrini, zaventem

20.00 – Tra gli italiani feriti nell’attentato c’è Chiara Burla, una ragazza di 24 anni originaria di Varallo Sesia (Vercelli), ma da qualche tempo residente a Firenze. La giovane è rimasta colpita dalla porta di un vagone della metro, divelto dallo spostamento d’aria: ha riportato contusioni e ferite al torace e al viso, ma in modo lieve.

19.35 – La Gare du Nord di Parigi è stata di nuovo evacuata per un altro pacco sospetto. Lo riferiscono diversi media francesi.

19.15 – Nelle perquisizioni a Schaerbeek sono stati trovati un ordigno esplosivo con chiodi, prodotti chimici e una bandiera dell’Isis. Lo annuncia la procura belga citata dai media.

19.00 – Perquisizioni sono in corso in tutto il Paese nell’ambito dell’inchiesta aperta dopo le stragi a Bruxelles. Lo ha detto il procuratore federale nel corso di una breve conferenza stampa.

18.40 – “La polizia cerca di identificare quest’uomo. È sospettato di aver commesso l’attentato all’aeroporto di Zaventem”. Così su Facebook le forze dell’ordine belga che hanno diffuso la foto di uno dei tre sospetti terroristi ripresi delle telecamere dello scalo di Bruxelles.

18.25 – Una vasta operazione di polizia è in corso nel quartiere di Schaerbeek, a Bruxelles. I media belgi non hanno aggiunto ulteriori dettagli secondo le indicazioni della procura federale belga. In azione diversi veicoli della polizia, blindati, ambulanze e soccorsi.

17.30 – La polizia belga ha arrestato due sospetti davanti alla stazione ferroviaria Bruxelles Nord, non lontano dalla metropolitana di Maelbeek. Lo riferiscono i media locali, rilanciati soprattutto da siti britannici e francesi.

16.25 – Tre giorni di lutto nazionale sono stati proclamati in Belgio in seguito agli attentati di questa mattina. Lo ha annunciato il ministro dell’Interno Jan Jambon.

16.00 – Secondo l’emittente Vtm, il Metropolis cinema di Anversa è stato evacuato su ordine del centro di crisi belga. Si tratterebbe comunque di una misura precauzionale e non ci sarebbero minacce dirette.

15.30 – Gli italiani rimasti feriti a Bruxelles sono 3, ma nessuno di loro “secondo le nostre informazioni, è nell’elenco dei feriti gravi”, ha detto l’ambasciatore italiano nella capitale belga, Vincenzo Grassi.

15.14 – Alle 16 le stazioni le ferroviarie di Bruxelles-Midi e Bruxelles-Nord torneranno operative, mentre resterà chiusa quella di Bruxelles-Centrale.

15.00 – Allarme anche a Parigi dove è in corso l’evacuazione della gare du Nord, la stazione ferroviaria dalla quale partono normalmente i treni diretti a Bruxelles. L’ordine di evacuazione è stato impartito dopo il ritrovamento di un involucro sospetto.

14.30 – Secondo la Farnesina, ci sono alcuni feriti italiani per gli attentati a Bruxelles.

14.20 – Il sindaco di Bruxelles, Yvan Mayeur, ha confermto il bilancio di 20 morti e oltre 100 feriti nell’attentato nella metro a Maelbeek. Lo riportano i media belgi.

13,50 – “Ci sono diverse persone ancora bloccate alla stazione della metropolitana di Maelbeek”. Lo ha detto il ministro della Sanità Maggie De Block, secondo quanto riportato dal giornale La Libre Belgique.

13,30 – L’Isis “promette altre operazioni in Europa”. La minaccia è contenuta nel testo della rivendicazione dell’Isis degli attacchi di Bruxelles: secondo il sito del quotidiano egiziano “Al Watan”, “in un comunicato pubblicato sulla piattaforma Telegram, Daesh (l’acronimo arabo dell’Isis, ndr) afferma che questa operazione si è basata su una pianificazione e attuazione a grande velocità senza però fornire dettagli”.

13,12 – Evacuata l’Università ULB (Université libre de Bruxelles) con oltre 20mila studenti in tre campus.

12,44 – L’Isis rivendica gli attentati. Lo riferisce l’agenzia Amaq, media vicino all’organizzazione terroristica.

12,43 – La Reuters ha comunicato che tra i feriti c’è un diplomatico sloveno.

12,20 – Trovato un terzo ordigno non esploso in aeroporto. Scoperto anche un kalashnikov.

12,18 – Il ministro federale belga ha dichiarato che in aeroporto sono 11 le persone morte e 81 i feriti.

12,05 – La Croce Rossa lancia un appello per le donazioni di sangue.

11,48 – Arriva una rivendicazione da parte del mondo islamico.

11,47 – Per il premier belga i morti sono, al momento, ufficialmente 28 in tutto: 13 in aeroporto e 15 in metropolitana. Due le esplosioni all’aeroporto, tre nelle due stazioni della metro.

11,22 – La prima esplosione all’aeroporto è avvenuta al check-in dei bagagli extra.

11,05 – Gentiloni: “Non risultano italiani coinvolti”.

11,00 – Le società che gestiscono i treni ad alta velocità che collegano la capitale belga con Londra, Parigi e Amsterdam hanno comunicato che la stazione ferroviaria di Anversa è stata evacuata per misura precauzionale mentre i collegamenti ferroviari da e per Bruxelles sono stati bloccati.

10,59 – La procura conferma che l’attacco all’aeroporto sia stato compiuto da kamikaze.

10,53 – Chiuso il palazzo reale di Bruxelles, a causa del ritrovamento di un pacco sospetto.

10,30 – È stato comunicato che l’aeroporto di Zaventem riaprirà soltanto domani mattina.

10,10 – Alcune scuole del centro di Bruxelles sono in corso d’evacuazione dopo la scia di attentati di stamattina.

10,05 –  Secondo la televisione pubblica VRT, ci sarebbero almeno 13 persone uccise nell’attentato terroristico. La televisione belga riferisce anche che l’attentato sarebbe stato suicida e che, prima dell’esplosione, si sarebbero udite urla in lingua araba.

10,04 – Bruxelles ha deciso di chiudere tutta la rete dei trasporti.

10,04 – “Unità di Crisi raccomanda ai connazionali presenti a #Bruxelles di evitare spostamenti al momento. Unità di Crisi attiva: +39-06-36225”. E’ quanto si legge sul profilo Twitter della Farnesina.

10,03 – Sui social media i jihadisti esultano. “Incursione a Bruxelles: è magnifico”, twitta Karim Abdul Salam sul suo account “Ksalam”; un commento accompagnato dall’hashtag “GazwatBruxelles” che in arabo significa “Incursione di Bruxelles”, divenuta subito virale. Un altro Hastagh twittato è “Bruxelles Brucia”.

10,01 – Chiuse anche le stazioni metropolitane di Parigi.

10,00 – Decine di ambulanze in tutta la città e strade completamente isolate.

9,54 – Ecco il numero da chiamare in caso di conoscere le condizioni dei parenti che si trovavano in aeroporto 0032 (per chi chiama dall’Italia) 027537300

9,51 – Innalzato il livello di sicurezza negli aeroporti di Roma, Parigi e in Olanda.

9,45 – Chiusi tutti i musei di Bruxelles. Chiuse anche alcune scuole.

9,40 – Cancellati tutti i voli da e per Bruxelles.

9,36 – Dieci morti e trenta feriti: questo il bilancio degli attacchi a Zaventem secondo fonti dell’ospedale Ulb, nei pressi dell’aeroporto.

9,15 – L’ambasciata d’Italia a Bruxelles ha invitato i connazionali “a evitare l’aeroporto di Bruxelles”, dopo le due esplosioni che questa mattina hanno investito lo scalo. “E’ consigliato di evitare di prendere voli dall’Italia per Bruxelles”, ha aggiunto la sede diplomatica sul proprio account Twitter.

8,46 – Fonti locali citate dai media parlano di almeno 11 morti e numerosi feriti.

Paura all’aeroporto Zaventem di Bruxelles dove si è verificata una doppia esplosione. Lo scalo è stato immediatamente evacuato. Si ignora l’origine delle esplosioni ma l’attacco arriva a poche ore dall’arresto di Salah Abdeslam.

Un altro testimone riferisce di avere visto diversi feriti e persone svenute sul marciapiede dell’ingresso della hall delle partenze, davanti all’hotel Sheraton.

L’esplosione davanti il check in dell’American Airlines. Davanti all’aeroporto sono state trovate bombe inesplose.

I viaggiatori sono fuggiti tra una fitta coltre di polvere. La zona è interdetta e la minaccia è stata elevata nel Paese al livello quattro.

I voli sono stati deviati verso l’aeroporto di Charle Le Roi e a Liegi.

Tra le persone che dovevano prendere un aereo anche Matteo Salvini, leader della Lega che ha comunicato di essere tornato indietro.

È stato convocato d’urgenza un Consiglio nazionale di sicurezza.

Il capo dei vigili del fuoco di Bruxelles, intervenendo in diretta sulla radio locale belga Rtl, ha confermato che ci sono almeno una decina di feriti gravi a seguito della doppia esplosione avvenuta stamattina nell’aeroporto di Bruxelles Zaventem.

(Foto da Twitter).

esplosione aeroporto bruxelles 1