Mazzanti ct, Ct Italia volley, volley ct Italia, Ct Italia pallavolo femminile, mazzanti Ct pallavolo, Mazzanti ufficiale ct pallavolo femminile, Davide Mazzanti carriera, annuncio ct italia femminile pallavolo

La Lube Civitanova compie l’impresa sul campo dell’Halkbank Ankara e si qualifica per le Final Four di Champions League (27-29, 26-24, 25-22, 20-25, 15-13. Golden set: 15-17). In semifinale (la prima dal 2009 per i marchigiani) affronteranno la Diatec Trentino (vincente ieri in Russia contro il Belgorod).

Partita lunghissima al Baskent Sports Hall di Ankara (quasi 3 ore di gara), dove i padroni di casa (allenati da Lorenzo Bernardi) cercavano una vittoria per 3-0 o 3-1 per passare il turno, oppure una vittoria per 3-2 per andare al decisivo golden set (l’andata si era chiusa 3-2 per la Lube, ndr.).

Il copione della partita è stato lo stesso nei primi 3 set: la Lube forza tantissimo al servizio e si aggrappa a Juantorena in ricezione (38 i palloni toccati), conducendo a lungo nella prima parte di parziale per poi subire la rimonta nel finale di set. Il primo parziale viene vinto dai marchigiani 27-29, mentre nel secondo e terzo set la Lube spreca un buon margine di vantaggio.

Civitanova approfitta di un calo dei turchi (trascinati da un clamoroso Michal Kubiak. 22 punti), cresce a muro e vince il quarto set con ampio margine, assicurandosi il tie break della partita e dunque due possibilità per conquistare le semifinali.

Nel tie-break, Blengini sceglie Priddy al posto di Cebulj (in grande difficoltà in ricezione e attacco): le bande vengono murate più volte dai centrali turchi, poi il muro di Podrascanin completa la mini-rimonta sull’8-8. Il finale è punto a punto: i marchigiani sprecano diverse occasioni in contrattacco e l’Halkbank vince per 15-13.

Nel Golden Set, Miljkovic viene murato da Kooy, ma poi Priddy recupera il mini-break di svantaggio sul 6-5. Stankovic piazza il muro del 10-8, poi Le Roux firma l’ace del 10 pari e Sokolov l’attacco del sorpasso. La Lube torna avanti nel cambio palla con il primo tempo di Stankovic, ma spreca ancora per andare avanti di 2 lunghezze.

Kooy sbaglia al servizio e manda la Lube sul 14-13, ma Juantorena pesta la riga al servizio. Miljkovic firma il muro del 15-14 Lube, poi Kubiak mette a terra il 15-15. Stankovic segna il 16-15, poi Miljkovic firma il punto decisivo in contrattacco.