Brasile lula, condanna Luis Inacio Lula da Silva, corruzione Lula, interdetto Lula, Luis Inacio Lula da Silva, lula condannato, sentenza Lula

Per evitare il carcere, l’ex Presidente brasiliano Lula, sarebbe intenzionato a chiedere lo status di rifugiato politico all’Italia. A riportare questa indiscrezione è il settimanale brasiliano “Veja”, secondo il quale sarebbe stata scelta l’Italia perché la moglie Maria Leticia è di origini italiane e ha la doppia cittadinanza.

Il piano prevederebbe la richiesta di asilo a un’ambasciata e l’acquiescenza del Parlamento a permettere successivamente il trasferimento dalla sede diplomatica all’aeroporto. Lula da Silva è accusato di occultamento di patrimonio e frode fiscale, ma si è sempre dichiarato innocente.

Questo piano è un’alternativa al possibile ingresso nell’esecutivo di Dilma Rousseff come capo di gabinetto che gli concederebbe un parziale scudo legale trasferendo la sua giurisdizione alla Corte Suprema. Ma la nomina è stata bloccata, a giuramento appena avvenuto, su iniziativa di un giudice federale.