Aggiornato alle: 15:36

Scommesse online: arresti in tutta Italia | Diversi i sequestri e le perquisizioni

di Egidio Villa

» Campania » Scommesse online: arresti in tutta Italia | Diversi i sequestri e le perquisizioni

Scommesse online: arresti in tutta Italia | Diversi i sequestri e le perquisizioni

| giovedì 31 Marzo 2016 - 10:10
Scommesse online: arresti in tutta Italia | Diversi i sequestri e le perquisizioni

Un’operazione della Guardia di Finanza di Salerno, denominata “Jamm Jamm”, ha portato a sequestri e perquisizioni in tutta Italia e all’esecuzione di misure cautelari coercitive. Le misure sono scattate nei confronti di un’associazione per delinquere dedita all’organizzazione e raccolta illegale a distanza di gioco d’azzardo online diffusa sul territorio nazionale e all’estero.

La guardia di finanza di Salerno ha eseguito 18 ordinanze di custodia cautelare, di cui 8 in carcere e 10 agli arresti domiciliari nei confronti di un gruppo criminale organizzato con sede operativa nell’agro nocerino sarnese, operante sul territorio nazionale ed in particolare, oltre che in Campania, nelle Regioni Basilicata e Calabria, dedito alla gestione e all’amministrazione in generale dei giochi on-line con piattaforme illegali di siti web esteri abusivamente attive in Italia in assenza della prescritta autorizzazione dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.

L’operazione ha portato alla scoperta di una  complessa ed articolata organizzazione criminale è riconducibile alla famiglia dei Contaldo di Pagani (SA) detti “i caccaviello”.

Il principale promotore, Contaldo Antonio, insieme ai suoi fratelli, figli e familiari gestiva diverse piattaforme e canali “on-line” per la raccolta delle scommesse clandestine e del poker su internet, creandone anche di propriecon la collaborazione di altre organizzazioni operanti sul territorio nazionale come qualla dei fratelli Tancredi di Potenza e con soggetti contigui a cosche della ‘Ndrangheta calabrese, anche costoro raggiunti dai provvedimenti emessi dall’A.G. di Salerno.

Inoltre, per sviluppare e imporre nella provincia di Salerno le proprie piattaforme di gioco si rivolgeva e si associava a personaggi affiliati a clan camorristici del nocerino e della zona della valle dell’Irno, nonché a pluripregiudicati con provata esperienza nel settore dei giochi on-line.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it