Caso Olivetti, ‘Non sono morti tutti per l’amianto’ |Lo sostengono due esperti controllando le diagnosi

di Redazione

» Cronaca » Caso Olivetti, ‘Non sono morti tutti per l’amianto’ |Lo sostengono due esperti controllando le diagnosi

Caso Olivetti, ‘Non sono morti tutti per l’amianto’ |Lo sostengono due esperti controllando le diagnosi

| martedì 31 Maggio 2016 - 07:45
Caso Olivetti, ‘Non sono morti tutti per l’amianto’ |Lo sostengono due esperti controllando le diagnosi

Due esperti che, su mandato del giudice Elena Stoppini, hanno controllato le diagnosi iniziali relative ai 12 ex lavoratori Olivetti morti di mesotelioma, la malattia collegata all’esposizione all’amianto, sono giunti alla conclusione che in quattro casi si tratterebbe di patologie di altro tipo.

Il giudice, alla luce di elementi emersi nel corso del dibattimento, aveva chiesto ai consulenti della procura e di Telecom (chiamata in causa come responsabile civile) di raccogliere e analizzare i vetrini istologici per verificare la fondatezza delle prime diagnosi.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820