Nazionale Italia,

Sono stati i due giovani difensori della nazionale italiana, Alessio Romagnoli e Daniele Rugani, i protagonisti della conferenza stampa di Coverciano, dove l’attenzione è rivolta all’amichevole di martedì in Olanda, ma anche all’importanza di imparare dai veterani del gruppo azzurro.

Romagnoli ha affermato: “Sarà una bella partita: l’Olanda è una squadra molto forte, anche se ieri ha perso. Per noi sarà un test molto importante, veniamo da una vittoria chiave per la classifica e vogliamo trovare continuità per farci trovare al meglio in vista delle prossime partite. Non pesa il fatto che davanti a noi ci siano elementi forti nel nostro ruolo. É positivo invece avere punti di riferimento, uno stimolo per imparare il più possibile da loro”.

Rugani lo segue a ruota e si dice pronto a fruttare ogni occasione concessagli da CT Ventura: “Questo match ci servirà per crescere, per migliorare, per entrare sempre più in sintonia come squadra, come singoli e come gruppo. Se toccherà a noi cercheremo di fare bene. Quando sei giovane, devi sempre dimostrare qualcosa. Ma di sicuro non è un peso. Lavorare ad agosto per preparare la sfida alla Spagna? Se c’è da fare un sacrificio, lo facciamo. Secondo me, questo è un sacrificio da fare”.

Romagnoli però viene anche interrogato anche su Juventus – Milan e lui nega quanto apparso sulla stampa: “Scudetti staccati dopo la gara con la Juventus non ce ne sono, non è successo niente di quello che è stato scritto. Abbiamo fatto la doccia e siamo venuti via. Sul closing c’è un po’ di disordine ma sono cose loro. Noi puntiamo all’Europa e a cercare di vincere più partite possibili”.