Kevin Strootman,

La clamorosa sconfitta contro la Bulgaria rischia di costare caro all’Olanda in ottica qualificazione mondiale a Russia 2018. Uno dei leader degli Orange, fa mea culpa e sgrida i suoi compagni.

“Siamo in una situazione drammatica – ha affermato Strootman – ieri sera siamo stati indegni di rappresentare l’Olanda. È un dato di fatto che stiamo giocando male, e io sono il primo. Ma non è colpa dell’allenatore, con lui abbiamo anche giocato delle buone partite. Ma dobbiamo tutti vergognarci perché non è possibile che la nazionale olandese tiri per la prima volta in porta al 44esimo. Adesso dobbiamo stare in silenzio e ricevere le critiche, è giusto”.

Il centrocampista della Roma crede ancora alla qualificazione a Russia 2018: ““Se non ci credessimo sarebbe proprio inutile scendere in campo. Nel calcio accadono molte cose incredibili, quindi dobbiamo pensare positivo e fare punti già dalla prossima gara”.