Per la famiglia di Giacomo Nicolai, il giovane italiano trovato morto la scorsa settimana in Spagna le indagini sulle cause del suo decesso non devono fermarsi.

Il ragazzo studiava a Valencia con il programma Erasmus ed è stato trovato senza vita con un coltello conficcato nel petto. Secondo la polizia spagnola si è suicidato; per la famiglia, però, le indagini delle autorità iberiche sono state sommarie.

I familiari lamentano che non è stato fatto alcun esame tossicologico e per di più gli interrogatori sono stati eseguiti in maniera superficiale.

Dall’Italia il legale dei genitori chiede ora una nuova autopsia: pur non escludendo che si sia davvero trattato di suicidio, la famiglia vuole sapere la verità, e attende che dalla Spagna arrivino elementi utili per fare chiarezza.