Un italiano, che si era trasferito all’estero qualche anno fa, Pierclaudio Raviola, spezzino, è stato ucciso in Nuova Zelanda.

L’aggressione, probabilmente a scopo di rapina, è avvenuta giovedì notte. Pierclaudio è stato trovato gravemente ferito, in un parcheggio, a Christchurch. Le lesioni erano profonde e non è servita a nulla l’operazione chirurgica a cui è stato sottoposto.

L’uomo è stato tenuto in coma farmacologico, nel tentativo di mantenerlo in vita, ma ieri è morto.

La polizia ha arrestato tre persone. Deborah Jean Tihema, 38 anni, Robert Jetson Cyle, 20, ed un ragazzino di 16 anni. Indagini sono in corso per ricostruire la drammatica vicenda.