Una vasta area, ricadente nella cosiddetta ‘Terra dei Fuochi’ è stata sequestrata dai Carabinieri del Gruppo Forestale di Caserta che hanno portato a termine l’operazione con i militari della locale Stazione Forestale e della Stazione di Villa Literno (CE), coadiuvati da due pattuglie dell’Esercito facenti capo al Raggruppamento Campania (Servizio Progetto Strade Sicure – Esigenza Terra dei Fuochi).

Nel complesso rurale, in via Porchiera, nell’agro di Villa Literno, sono stati trovati, su di un’area di circa 5000 mq, rifiuti pericolosi e non, stoccati senza alcuna autorizzazione e suddivisi in:

  • 2500 mc circa costituiti da pneumatici fuori uso di varie marche e tipologie;
  • 15 mc circa di materiali in cemento-amianto provenienti da demolizioni e disfacimenti edilizi;
  • 300 mc circa di rifiuti costituiti rifiuti urbani e parti di autoveicoli fuori uso;
  • 280 mc circa di residui di lavorazioni calzaturiere composti da tomaie, suole, ecc. rinvenuti all’interno di grossi sacchi;
  • 5 mc circa di vetrate fuori uso e contenitori in vetro;
  • frigoriferi fuori uso.

I carabinieri hanno sequestrato l’intera area e i rifiuti stoccati: inoltre hanno deferito, in stato di libertà per gestione illecita di rifiuti, il proprietario del terreno, in concorso con il conduttore della proprietà quale gestore dell’attività illecita.

Tutto il materiale rinvenuto è risultato depositato, tra l’altro, su un’area  già sottoposta a sequestro nel 2012 per cui i militari hanno altresì contestato, al titolare del fondo, condotte penalmente rilevanti connesse alla violazione dei sigilli, alterazione dello stato del sequestro e mancata osservanza degli obblighi di custodia.