bimbo impiccato brescia, Brescia, suicidio bambino brescia, suicidio bimbo brescia, suicidio bimbo travagliato

É di 15 giorni la prognosi per il portiere del Barletta, Luigi Moschetto, vittima di una aggressione ieri sera nei pressi della sua abitazione, dove ad attenderlo vi era un gruppo di persone incappucciate che lo hanno preso a calci e pugni alle sue spalle per poi dileguarsi (il numero di persone coinvolte è al vaglio dei carabinieri).

Moschetto (ricoverato in stato di choc al “Dimiccoli”) ha rimediato una contusione all’occhio e porterà un collare ortopedico: alla base dell’aggressione ci sarebbe la sua prestazione di domenica con il Barletta, che ha perso il derby a Trani (campionato di eccellenza) contro la Vigor per 4-3 dopo essersi portato sullo 0-3.

Nella giornata di oggi è stato emesso un comunicato di condanna da parte del Barletta, che però solo poche ore prima aveva apostrofato come “indegni” i propri giocatori, diffidati ad indossare la maglia del club e ritirando la meglio con i colori sociali fino a fine stagione.

Questo il comunicato su Facebook: “Apprendiamo con sgomento di una scellerata e incomprensibile aggressione nei confronti del nostro portiere Gigi Moschetto.L’Asd Barletta 1922 stigmatizza con forza quanto accaduto e spera che gli autori di tale insano gesto possano al più presto essere identificati e assicurati alla giustizia”.