rnuovo processo per raffaele lombardo, ex presidente regione sicilia a processo, annullata sentenza che scagiona da associazione mafiosa raffaele lombardo

L’ex presidente della Regione Siciliana ed ex leader del Mpa, Raffaele Lombardo è stato assolto dall’accusa di concorso esterno alla mafia.

È stato, però, condannato a due anni per voto di scambio, con l’aggravante mafiosa. Senza aggravante il reato sarebbe andato in prescrizione. La pena è sospesa. Confermata, infine, l’interdizione dai pubblici uffici per sette anni.

La sentenza è stata emessa dalla Terza Corte d’appello di Catania. Il 19 febbraio 2014 era stato condannato a sei anni e otto mesi col rito abbreviato dal Gup Marina Rizza.

Lombardo non era in aula durante la lettura della sentenza. Per il legale dell’ex governatore, Alessandro Benedetti,: “Raffaele Lombardo non c’entra nulla con la mafia: il giudice finalmente ha smontato le menzogne dei pentiti, noi abbiamo sempre sostenuto che lui non avesse alcun rapporto con ambienti malavitosi. Resta una condanna residuale per voto di scambio semplice a due anni. Adesso – ha spiegato – attendiamo le motivazioni della sentenza per comprendere quali sono i comportamenti contestati”.