Sollecito ha citato in giudizio, in base alla legge sulla responsabilità civile dei magistrati nove tra pm, procuratori generali, gip e giudici di corte d’assise d’appello chiedendo un risarcimento, “per aver travisato i fatti“.

La legge prevede cause “per dolo o colpa grave” e nel secondo caso è prevista la citazione anche dei giudici popolari. Il procedimento è stato avviato a Genova, scrive l’edizione genovese di Repubblica.

Sarà il giudice Pietro Spera a decidere se coinvolgere nella citazione anche i 12 giurati popolari della corte d’assise di Perugia e e della corte d’assiste d’appello di Firenze. In caso di condanna lo Stato si rivarrà su pm, gip, giudici citati.