Paolo Cannavaro non ci sta. Dopo il presunto fallo di mano (giustamente non fischiato) negli ultimi istanti di Sassuolo – Napoli e le polemiche dei tifosi partenopei sul comportamento da “traditore” del difensore, Cannavaro ci mette la faccia.

In un video su Instagram risponde alle critiche e mette in chiaro. L’amore per Napoli e la professione di calciatore sono due cose diverse. Il video è infatti accompagnato da una didascalia eloquente: “Per rispetto della mia città e dei napoletani ad ogni gol contro il napoli non esulto!!per rispetto mio,dei miei compagni e del Sassuolo gioco SEMPRE per vincere….”.

Nel video Cannavaro afferma ironicamente: “Quindi, secondo qualche ragionamento contorto avrei dovuto dire all’arbitro che la palla l’ho presa con la mano, nonostante l’avessi presa con la testa, oppure avrei dovuto mettere la mano al posto della testa, per far passare il Napoli, mi dovevo scansare”.

Poi il difensore va dritto al punto: “Mi dispiace solo che in otto anni di Napoli non avete capito Cannavaro che professionalità ha, fortunatamente lo ha capito il 96% dei napoletani intervenuti subito a mia difesa. Il Napoli ce l’ho qui (indica il cuore, ndr) e non sulla tastiera. Sempre forza Napoli!”.