Novità sul ricorso di Silvio Berlusconi contro la legge Severino. Sarà la Grande Camera, la massima istanza della Corte europea dei diritti dell’uomo composta da 17 giudici, a occuparsene.

Lo rende noto la stessa Corte attraverso un comunicato.

“Le parti sono state informate e hanno un mese per presentare obiezioni debitamente motivate”, sta scritto nella nota. Solitamente all’esame della Grande Camera vengono sottoposte le questioni più importanti o complesse.