acqua soda caustica, beve bibita e muore, morte idraulico rimini, morte Rimini, soda caustica rimini

La Procura di Rimini indaga sul decesso di un idraulico 54enne di San Clemente avvenuto in ospedale dopo che in tarda mattinata a casa sua aveva bevuto una bibita contenete un liquido corrosivo. Il reato ipotizzato è di “morte conseguente ad altro reato”, Al momento non vi sono persone iscritte nel registro degli indagati.

La Procura ha anche disposto l’autopsia, già eseguita in mattinata. Si indaga sulle cause della morte e sulla composizione chimica del liquido che ha eroso gli organi interni dell’uomo. Gli inquirenti hanno disposto il sequestro della partita di bibite della quale faceva parte quella bevuta dal 54enne e acquistata dalla moglie.

Tra gli oggetti sequestrati vi è un bicchiere e altre bottiglie trovate a casa della vittima. L’uomo, secondo una prima ricostruzione, dopo aver assunto la sostanza, ha telefonato alla moglie e ai soccorsi.

Sul posto è così intervenuta l’ambulanza del 118 che ha trasportato il paziente in ospedale deceduto dopo diverse ore dopo un’operazione tentata per salvargli la vita.