La terza puntata della fiction “Di padre in figlia“, andata in onda mercoledì 26 aprile, ha deluso le aspettative dei telespettatori. Franca, innamorata di Jeorge, rinuncia a partire con lui per stare vicina ai figlia e Maria Teresa, dopo aver chiuso definitivamente con il padre, decide di andare a lavorare per i Sartori.

Elena intanto, insoddisfatta della sua esistenza e di ciò che la circonda, scappa a Milano e inizia la carriera da fotomodella. Intanto Giovanni e Antonio Franza si lanciano con entusiasmo nel loro nuovo lavoro e realizzano una grande campagna pubblicitaria della loro impresa. Elena si presenta nel set della campagna pubblicitaria e conosce Fabrizio. Filippo, che ormai è solo, dice addio all’alcol e inizia a vivere una vita normale, senza eccessi. Franca gli dà una mano prendendosi cura delle due nipoti.

Tra Maria Teresa e Riccardo c’è grande intesa. Lui è sposato con Laura ed è padre di un bambino, lei invece è single. Antonio, agli occhi di Franca, è sempre più strano vuole dimostrare a tutti i costi la sua bravura al padre. Ma, affindandosi alla persona sbagliata in ambito lavorativo, viene scoperto dalla Guardia di Finanza e la distilleria è costretta a chiudere. Giovanni, deluso da Antonio, chiude per sempre i suoi rapporti con lui. Dalla fabbrica si sente provenire uno sparo.

RIASSUNTO DELLA SECONDA PUNTATA DELLA FICTION “DI PADRE IN FIGLIA”