Domenica 30 aprile 2017, gli elettori del Pd sono chiamati alle urne per eleggere il segretario nazionale del partito.

I gazebo rimarranno aperti dalle 8.00 alle 20.00; i 3 candidati sono l’ex premier Matteo Renzi, il deputato e ministro della Giustizia Andrea Orlando e il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che vanno al voto per aver ottenuto il consenso del maggior numero di iscritti e almeno il 5% dei voti validamente espressi.

Possono votare tutti i cittadini UE ed extra UE, i residenti all’estero e i fuori sede, e i ragazzi dai 16 ai 18 anni purché effettuino la registrazione online, versino un piccolo contributo di almeno 2 euro e in possesso di tessera elettorale valida e documento di identità. Per esprimere il voto basterà tracciare una sola ‘x’ su una delle liste di candidati dell’Assemblea nazionale.

Nel caso in cui nessuno dei tre candidati alle primarie ottenga la maggioranza assoluta si va al ballottaggio e vince il candidato collegato al maggior numero di componenti dell’Assemblea nazionale.

L’elettore, che dovrà presentarsi al seggio provvisto di documento di riconoscimento, tessera elettorale in corso di validità e ricevuta dell’iscrizione online, si troverà davanti la seguente scheda elettorale. Perché il voto sia valido dovrà tracciare una sola croce su una delle liste di candidati all’Assemblea nazionale.