Prosegue la visita istituzionale del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in Argentina, Paese che festeggia il giorno del migrante italiano.

Proprio sull’argomento è voluto intervenire il Capo dello Stato: “È un riconoscimento che lega i due Paesi”, ha detto ricordando che: “Qui in Argentina è nata l’italianità”. “Viviamo tempi nei quali le questioni migratorie assumono nuovamente enorme rilevanza”, ha sottolineato il presidente in un discorso da Buenos Aires centrato proprio sull’emigrazione italiana in Argentina.

“I mezzi di comunicazione portano alla nostra attenzione immani tragedie, in cui i temi della solidarietà e della dignità della persona, si scontrano, prima ancora che con preoccupazioni legate alla sicurezza, con intolleranza, discriminazioni e diffusa incapacità di riuscire a comprendere ciò che è in atto, ciò che sta accadendo nel mondo”, ha detto.

Sergio Mattarella, guardando al fenomeni dei flussi nel Mediterraneo, ha poi dichiarato che “non possiamo che volgere lo sguardo all’esperienza che la terra argentina ha vissuto e alle vicende che hanno attraversato il nostro Paese, fin da prima dello stesso raggiungimento dell’Unità d’Italia“.

Immagine sito presidenza della Repubblica