Disastro ambientale: è questa l’accusa per la quale sono state arrestate sette persone alla Fluorsid di Macchiareddu, fra vertici aziendali e ditte d’appalto.

L’azienda, che fa capo al presidente del Cagliari Calcio, Tommaso Giulini, si trova nella zona industriale del capoluogo. Si tratta di una società chimica italiana fondata nel 1969: è il maggior produttore mondiale di fluoroderivati inorganici per l’industria dell’alluminio.

Gli investigatori, coordinati dal pm Marco Cocco, hanno eseguito sette misure cautelari: cinque in carcere e due ai domiciliari. Coinvolti i vertici aziendali (non Giulini) e quelli di alcune altre ditte esterne.

Gli arrestati sono: Michele Lavanga, direttore dello stabilimento Fluorsid, Sandro Cossu, direttore del settore sicurezza ambiente della società, Alessio Farci, ingegnere, Armando Bollani, proprietario di una ditta appaltatrice, Simone Nonnis e Marcello Pitzalis, dipendenti di Bollani. Ai domiciliari Giancarlo Lecis della Fluorsid.
Gli arresti fanno seguito a un’indagine avviata nel 2015 attorno allo stabilimento produttivo di Macchiareddu, in seguito ad alcuni esposti.

Immagine dal sito ufficiale della Fluorsid