L’attesa è finita, si gioca stasera a Cardiff la finale tra la Juventus e il Real Madrid. In campo due delle squadre con più tifosi al mondo e che sperano di entrare questa sera, non nella storia, bensì nella leggenda. Tutto pronto al Millenium Stadium di Cardiff, oggetto di altissime misure di sicurezza (oltre 1500 agenti e tetto chiuso per il pericolo droni), dove per ora prevale il clima di festa tra i tifosi.


Da un lato i bianconeri che sono ad un passo dal Triplete riuscito in Italia soltanto all’Inter di Mourinho nel 2010, dall’altro il Real Madrid che stasera potrebbe essere l’unico club europeo a conquistare per due anni consecutivi la Coppa dalle grandi orecchie dall’introduzione della Champions League moderna nel 1991 (anno di introduzione della fase a gironi).

Si tratta di una sfida nella sfida con due tra i più forti giocatori del mondo nel proprio ruolo, Buffon da un lato e Cristiano Ronaldo dall’altro e con all’orizzonte un Pallone d’Oro da assegnare. I bianconeri vanno a caccia del terzo trionfo dopo quelli del 1985 (tristemente ricordato per la strage dell’Heysel) e del 1996 mentre i Blancos puntano alla dodicesima.

LA CONFERENZA STAMPA DI ALLEGRI

La Juventus è mentalmente e tecnicamente più forte rispetto a quella del 2015 (quando perse in finale con il Barcellona) e sa bene che un’occasione del genere deve essere sfruttata al 100%. Allegri predica calma, la stessa che cerca di trasmettere in queste ore Zindedine Zidane ai suoi che, comunque, sembrano essere più spavaldi.

Immagine profilo Facebook Juventus