arabia saudita, australia arabia saudita, calcio arabia saudita, minuto di silenzio londra, minuto silenzio arabia, polemiche minuto silenzio

“L’omaggio all’inizio dei match non rientra nelle tradizioni arabe”. È questa la giustificazione ufficiale dell’incredibile decisione dei giocatori dell’Arabia Saudita di non rispettare il minuto di silenzio in memoria delle vittime di Londra prima del fischio d’inizio del match contro l’Australia.

Quando, infatti, i giocatori australiani si sono allineati e abbracciati sul cerchio del centrocampo, i giocatori sauditi hanno preferito interloquire tra di loro arrivando persino a dare le spalle agli avversari. Gli spettatori di Adelaide sono rimasti increduli sugli spalti.

Sui social si è scatenata una prevedibile ondata di indignazione. E adesso c’è chi arriva anche a mettere in discussione la partecipazione della Nazionale saudita ai prossimi Mondiali di Russia 2018. 

La gara si è conclusa con il risultato di 3-2 in favore dei padroni di casa e c’è da scommettere che le vere brutte notizie per i “Figli del Deserto” non siano ancora arrivate.