La Ostapenko vince il Roland Garros 2017: battuta in finale la Halep in tre set (4-6; 6-4; 6-3) e conquista il primo torneo della carriera em molto prestigioso, essendo uno Slam.

La lettone, che ha compiuto due giorni fa 20 anni, fa un bel balzo in avanti nel ranking: da numero 47 a 12. Per la quinta volta vince un match al terzo set su sette disputati. Per la Halep svanisce la possibilità di superare la Kerber in testa alla classifica generale

Nel primo set le due iniziano subito con un break e contro-break che portano la Halep sul 2-1. L’Ostapenko bene in risposta, sul due pari risposta luna della Halep e la ventenne conquista il break e va avanti nel punteggio. Nel game successivo, la rumena trova il secondo contro-break della sua partita e la nuova parità. Una risposta a rete della Ostapeno concede il 4-3 alla Halep, ai vantaggi.

Dopo un lungo scambio la Ostapenko riesce a ottenere il quattro pari con la Halep che risponde a rete. Due errori della Ostapenko (palla fuori e risposta in rete) danno il primo set alla rumena. All’inizio del secondo set la Halep rimonta 0-40 e successivamente va avanti 2-0. La Ostapenko pian piano esce dal match commettendo diversi errori e perdendo di fatto la tranquillità iniziale.

Il quarto game è il più lungo del match e va all’Ostapenko che rientra in partita annullando tre palle del 4-0 alla Halep. La Ostapenko nonostante delle giocate forzate che l’hanno portata a commettere diversi errori riesce a recuperare il match. La lettone nel nono game conquista il break che le consente di vincere il set e pareggiare la partita.

Nel set decisivo le due tenniste giocano d’istinto, commettendo anche diversi errori. Due dritti perfetti portano sul 3-1 la Halep in vantaggio di un break. L’Ostapenko conferma di avere nella risposta un’arma in più che le permette di firmare il contro-break e di rimanere in partita, nel game successivo due diagonali e un ace la portano sul tre pari. La lettone nel settimo game è anche fortunata: un lungo linea destinato fuori prende il nastro facendo tornare la pallina in campo per il punto del 4-3 e nuovo break.

La Halep serve sempre troppo corto favorendo la risposta della Ostapenko che con un lungo linea conquista il punto decisivo: è lei la regina di Parigi.