19.57 – Ecco invece l’affluenza definitiva rilevata alle ore 19 nei quattro capoluoghi di regione chiamati oggi alle urne: Palermo 37,55%, Genova 35%, L’Aquila 47,10% e Catanzaro 54,41%.

19.00 – Alle ore 19 ha votato oltre il 43,5% degli aventi diritto negli 849 comuni italiani alle urne. Alle precedenti elezioni la percentuale dei voti rilevata nella stesse ora era stata del 37,7%, ma in quella circostanza i seggi erano rimasti aperti per due giorni. Il dato non tiene conto dei comuni del Friuli Venezia Giulia e della Sicilia.

14.15Tre persone sono finite in manette nel Napoletano con l’accusa di voto di scambio. Nella loro abitazione i carabinieri hanno trovato le tessere elettorali di 321 cittadini che si erano impegnati a votare un candidato in cambio di alcune decine di euro.

13.33 – Di seguito l’affluenza definitiva rilevata alle ore 12 relativa ai quattro capoluoghi di regione chiamati alle urne: Palermo 14,91 %, Genova 16,10%, Catanzaro 22,13% e L’Aquila 19,35%.

13.00 – Il dato definitivo sull’affluenza alle ore 12 relativa alla totalità dei 849 comuni al voto (non conteggiati i restanti comuni di Sicilia e Friuli Venezia Giulia” è del 19,36% degli aventi diritto. Il dato più basso alle Comunali è stato registrato a Genova: i cittadini andati a votare sono stati intorno all’8%. Nelle precedenti omologhe alle ore 12 la percentuale dei votanti si era attestò al 13%, ma si votò in due giorni.

12.37 – Quando sono noti i dati relativi a oltre 300 comuni sugli 1004 i cui dati sono raccolti dal Viminale, l’affluenza alle urne per le elezioni comunali, rilevata alle ore 12 di oggi, va attestandosi sopra il 14,5%. Alle precedenti omologhe, alle ore 12, la percentuale era stata del 13%, ma allora le elezioni si erano svolte in due giorni. Il dato non tiene conto dei comuni del Friuli Venezia Giulia e della Sicilia, gestiti direttamente dalle due Regioni e non dal Viminale.

Seggi aperti per i 9.172.026 elettori chiamati al voto in 1.004 Comuni per l’elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali e per l’elezione dei consigli circoscrizionali nelle regioni a statuto ordinario.

Si vota in una sola giornata: i seggi sono stati aperti alle 7 e chiuderanno alle 23. L’eventuale turno di ballottaggio è in programma per domenica 25 giugno, sempre dalle 7 alle 23. Lo scrutinio delle schede inizierà stasera subito dopo la chiusura de seggi.

La tornata amministrativa riguarda, in particolare, quattro capoluoghi di Regione (Palermo, Genova, Catanzaro e L’Aquila) e 21 capoluoghi di provincia: Alessandria, Asti, Belluno, Como, Cuneo, Frosinone, Gorizia, La Spezia, Lecce, Lodi, Lucca, Monza, Oristano, Padova, Parma, Piacenza, Pistoia, Rieti, Verona, Taranto e Trapani.

Dei 9.172.026 elettori, 4.428.389 sono di sesso maschile e 4.743.637 di sesso femminile, in 10.822 sezioni elettorali.