Di Francesco Roma

Dopo la firma di martedì, oggi il nuovo tecnico della Roma Eusebio Di Francesco è stato presentato ufficialmente alla stampa. Il tecnico accompagnato dal direttore Monchi ha voluto prima fare i doverosi ringraziamenti.

“Vorrei ringraziare innanzitutto il presidente Pallotta, l’amministratore delegato Gandini, il dg Baldissoni e il ds Monchi per quest’opportunità. Per me è un’occasione unica e sono molto felice di raccoglierla. Con l’occasione vorrei salutare e ringraziare tutti coloro che mi sono stati accanto per 5 anni con il Sassuolo Calcio, a partire dai magazzinieri, i tifosi, il mio staff, i miei giocatori e tutti i direttori che ho avuto nei miei 5 anni, che sono stati veramente splendidi. Ma un grazie speciale va al presidente Squinzi per la fiducia, la stima e l’affetto di questi anni”.

La Roma ha dimostrato di poter dire la sua: “Una squadra di profilo alto e molto competitiva con dei giocatori che definire interessanti è dir poco, e che ha avuto davanti, specialmente in campionato, una squadra fortissima come la Juve. Ma ha dimostrato comunque di essere una squadra di livello top”.

Il sogno di lavorare con Totti: “La società ha parlato con Totti per quello che sarà il suo futuro da dirigente e a breve Francesco dovrà dare una risposta. E’ ovvio che io ho un legame con lui in particolare e sarei molto contento di poterlo avere al mio fianco anche se in un’altra veste”.

Nessun obiettivo per Di Francesco: “Dall’umiltà nel lavoro possiamo ottenere grandi risultati, vincendo in ogni competizione. Per me è una sfida importante, che dovevo cogliere al volo. Insieme alla società stiamo lavorando al mercato, il modulo di base è il 4-3-3 adattandole a volte a un 4-2-4 o un 4-2-3-1”.

Nel corso della presentazione di Di Francesco ha parlato Monchi soffermandosi sul mercato: “Non siamo un supermercato, il nostro obiettivo è costruire una rosa competitiva. Per Salah c’è un’offerta di un club inglese mentre Rudiger rimane qui. Chi parte sarà sostituito in maniera adeguata, il prbolema è comprare male non è non vendere. Con Di Francesco abbiamo parlato e sappiamo dove intervenire. Abbiamo trattative in fase avanzata, ma non ci saranno novità nel breve termine”.