La presidente Giuliana Caprotti e la vicepresidente Marina, titolari del 70% del gruppo della grande distribuzione Esselunga, smentiscono qualsiasi voce su una presunta vendita.

“In relazione ai recenti articoli di stampa desideriamo precisare a tutti voi che l’azienda non è in vendita”, affermano in un messaggio inviato ai dipendenti.

L’azienda, fondata da Bernardo Caprotti, era entrata nel mirino dei cinesi di Yda Investment Group. L’offerta presentata, da 7,5 miliardi, sarebbe stata presentata sia per Esselunga che per Villata Partecipazioni (che detiene gli immobili) ma Giuliana Albera e Marina Caprotti, che già in passato avevano detto di non avere nessuna intenzione di vendere, hanno declinato.

All’interno della famiglia però non tutti la pensano così: Giuseppe e Violetta infatti, sarebbero ben disposti a vendere. Sembra che il braccio di ferro sia più interno che esterno…