giudizio immediato raggi, processo Raggi, processo sindaco roma, raggi innocenza, Roma, Virginia Raggi

Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, rischia il rinvio a giudizio per falso e abuso d’ufficio.

La Procura di Roma ha chiuso le indagini per il “pacchetto nomine” e al sindaco da una parte viene contestato l’abuso d’ufficio per la scelta di Salvatore Romeo a capo della segreteria politica, dall’altro il falso per quella al Turismo di Renato Marra, fratello di Raffaele, ex capo del personale.

I pm hanno chiesto l’archiviazione per la nomina della Raineri a capo di gabinetto.

Il legale del sindaco di Roma Virginia Raggi è certo di poter chiarire tutto: “Sul fascicolo che riguarda Renato Marra – spiega l’avvocato Alessandro Mancori – prendiamo atto che cade l’ipotesi di abuso per il sindaco. Sul caso Romeo siamo assolutamente certi di poter chiarire la posizione del primo cittadino, ma prima dovremo avere piena contezza del contenuto delle indagini”.