Alessio Rossi, 35 anni, è stato accoltellato della convivente in un appartamento al civico 11 di via Pellegrini, nel quartiere di Sampierdarena, periferia ad ovest del centro città di Genova..

La donna, Alessia Mendes brasiliana 39 anni, subito dopo l’omicidio voleva suicidarsi, ma poi ha aperto la porta dell’appartamento dopo una lunga trattativa con la polizia.

“Mi picchiava sempre, tutti i giorni. Quell’uomo aveva trasformato la mia vita in un incubo. Ero costretta a uscire di casa con gli occhiali e le sciarpe anche d’estate per coprire i lividi che mi procurava. Aveva un coltello in mano. Cosa dovevo fare? L’ho disarmato e mi sono difesa”, ha raccontato alla polizia che l’ha arrestata.

Il 35enne, ferito, aveva tentato di fuggire dall’appartamento ma è stato trovato riverso a terra fuori dal portone dello stabile. Inutili i tentativi di soccorso da parte del 118, è morto sul posto. Le liti tra i due avevano già allarmato i vicini diverse volte, ieri a chiamare la polizia è stata proprio una residente del palazzo.