Seneca si pensava e Seneca è stato. Al liceo classico è stato svelato l’autore per la seconda prova scritta degli esami di maturità, quella di indirizzo, diversa quindi per tipologia di istituto (ieri per tutti il compito di italiano).

Gli studenti del classico saranno impegnati per 4 ore su un testo tratto da “Il valore della filosofia” di Seneca dal titolo “Il valore della filosofia popolare”. Molti studenti speravano temevano autori difficili da tradurre, c’era lo spauracchio Tacito, ma alla fine la scelta è caduta su Seneca

L’inizio della prova è stato fissato per tutti alle ore 8.30 del 22 giugno: compito di matematica allo scientifico (6 le ore a disposizione), in cui è presente anche un quesito curioso, cioè il calcolo del profilo della pedana per far muovere una bicicletta dalle ruote quadrate (citando un monumento del MoMath Museum of Mathematics di New York).

Compito di economia aziendale, invece, per gli istituti tecnici (la traccia è “Analisi di bilancio di budget di investimenti”, mentre sono state scelte le tecniche professionali dei servizi commerciali per gli istituti professionali.

Scelta lingua straniera 1 al linguistico, mentre il compito verterà su Diritto ed economia politica al liceo delle scienze umane – opzione Economico sociale; discipline artistiche e progettuali all’artistico e Teoria, analisi e composizione al Liceo musicale.