Avrebbero ucciso due persone tentando di eliminarne anche una terza, gli otto indagati arrestati e condotti in carcere dalla polizia di Catanzaro e Vibo Valenzia.

Le indagini sono state condotte con il supporto del Servizio centrale operativo di Roma e sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.

Dopo anni è stata quindi fatta luce su mandanti ed esecutori dell’omicidio di Mario Franzoni, avvenuto nel 2002 a Porto Salvo, dell’omicidio di Giuseppe Salvatore Pugliese Carchedi e del tentato omicidio di Francesco Macrì.

Questi ultimi sono avvenuti nel 2006 sulla statale 522 tra Vibo Marina e Pizzo Calabro. Gli agguati sono tutti ritenuti di stampo mafioso.

Le indagini sono state supportate anche dalle dichiarazioni rese dai collaboratori di giustizia Giuseppe Giampà, Raffaele Moscato, Pasquale Giampà e Andrea Mantella.