attacco hacker banca, attacco hacker unicredit, attacco Unicredit, clienti unicredit hacker, hacker dati unicredit, hacker unicredit

Sono oltre 400mila i clienti italiani di UniCredit ad essere finiti nel mirino di un nuovo attacco hacker. L’intrusione informatica ha consentito ai cyber-criminali di avere accesso ai dati sui prestiti personali. Non sono stati acquisiti dati per l’accesso ai conti o che permettano transazioni non autorizzate.

Potrebbe invece essere avvenuto l’accesso ad alcuni dati anagrafici e ai codici Iban. UniCredit ha informato le autorità e annuncia un esposto alla Procura di Milano. Il gruppo ha avviato anche un audit interno e adottato azioni per impedire che l’intrusione possa ripetersi.

L’accesso, ha spiegato Unicredit, è avvenuto attraverso un partner commerciale esterno italiano. Una prima violazione sembra essere avvenuta a settembre e ottobre 2016, ma la banca ha appena individuato una seconda intrusione, avvenuta a giugno e luglio di quest’anno.

La banca spiega poi che contatterà i clienti interessati ma che, per ragioni di sicurezza, non saranno utilizzate posta elettronica o telefonate dirette, e mette a disposizione dei clienti che cerchino informazioni un numero verde dedicato (800323285): “La sicurezza dei dati dei propri clienti sono per UniCredit una assoluta priorità” conclude la nota del Gruppo.