Si è spento oggi a Palermo all’età di 69 anni Luigi Maria Burruano, volto storico del teatro e del cinema siciliano. L’attore, nato a Palermo il 20 ottobre 1948, era malato da tempo.

Il mondo del teatro e del cinema a siciliano è a lutto. La notizia è rimbalzata in serata sui social: giornalisti, scrittori ed esponenti di spicco del mondo culturale palermitano hanno dato un ultimo saluto al popolare  attore teatrale e cinematografico simbolo della cultura della Sicilia e di Palermo.

Zio dell’attore Luigi Lo Cascio, diventato famoso al pubblico italiano per il ruolo ne “I Cento Passi” di Marco Tullio Giordana e per svariati ruoli anche nel mondo del fiction (su tutti La Piovra), Burruano si è formato come attore di cabaret e al teatro dialettale in lingua siciliana, diventando anche scopritore di talenti, su tutti Tony Sperandeo e Giovanni Alamia.

Negli ultimi era stato coinvolto anche in una vicenda giudiziaria, che lo aveva portato a patteggiare 16 mesi per aver accoltellato l’ex genero Fabio Guida (reato per il quale era stato colto in flagranza di reato), prima di fare ritorno sulle scene; una vicenda poi risolaosi con la conciliazione tra lo stesso Guida e la moglie Gelsomina Burruano, figlia di Gigi.

La camera ardente sarà allestita domani alle 11 al Teatro Biondo di Palermo.