buchi neri, Cascina, cern, Hanford e Livingston, nobel, onde gravitazionali, scienza, scoperta scienza, scoperte onde gravitazionali, Usa

Il premio Nobel per la Fisica 2017 è stato assegnato a Rainer Weiss, Barry C. Barish e Kip S. Thorne per i “loro contribuiti decisivi legati all’osservatorio LIGO e alla rilevazione delle onde gravitazionali.

L’annuncio, presso la Reale Accademia delle Scienze della Svezia, a Stoccolma. I tre premiati hanno avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo e nelle ricerche legate al Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory (LIGO), il progetto che coinvolge oltre mille ricercatori in giro per il mondo e da più di 20 paesi diversi per lo studio delle onde gravitazionali.

Weiss e Thorne, insieme con Barry C. Barish, lo scienziato che ha portato a completamento il progetto, hanno lavorato per quasi 40 anni per rendere possibile la prima osservazione delle onde gravitazionali, avvenuta il 14 settembre del 2015, segnando un momento storico per la fisica e più in generale per la ricerca su come funziona l’Universo.