Pioggia di critiche su Che tempo che fa. A puntare il dito sul programma di Fabio Fazio il presidente di AssoVegan, l’Associazione Vegani Italiani, Renata Balducci che in una lettera aperta al conduttore ha tuonato contro la scelta scenografica. A detta della Balducci Che tempo che fa spettacolarizza senza alcuna motivazione la crudeltà contro gli animali utilizzando un palcoscenico in cui sono rinchiusi dei pesci in un acquario.

Parole aspre quelle della Balducci: “Mostrare pesci prigionieri a tutta l’Italia è una cosa senza alcun senso e anche obsoleta. Lavoriamo costantemente – continua la Balducci – per divulgare il rispetto della vita in tutte le sue forme e siamo rimasti molto delusi che una trasmissione come questa, molto seguita, proponga animali in cattività a soli fini estetici”.

Alla polemica contro il programma Rai si unisce il coordinatore di AssoVegan Pier Paolo Cirillo che direttamente contro Fazio afferma: “Ma pensa veramente il conduttore di Rai 1 di creare un’atmosfera familiare e serena intervistando i suoi ospiti con accanto una gabbia acquatica con dentro dei poveri pesciolini. È diseducativo ed incivile – aggiunge – presentare una situazione di prigionia e sofferenza di animali innocenti ai telespettatori della Rai come un arredo qualunque”.

Conclude la diatriba nei confronti di Che tempo che fa Silvia Premoli, giornalista membro del Comitato Etico AssoVegan e responsabile Ufficio Stampa VEGANOK Animal Press, dichiarandosi basita davanti alla scelta del conduttore: “Sono delusa che Fazio non faccia l’equazione dei pesci prigionieri in un acquario, ridotti a oggetto da esposizione con una situazione di ingiustizia e sfruttamento, e ancora non trovi analogia tra prigionia e violenza”.