Battisti trappola, Battisti trappola Bolovia, brasile battisti, cesare battisti, estradizione Battisti

È durata poco più di due giorni la permanenza in carcere di Cesare Battisti, l’ex terrorista italiano arrestato a Corumbà (Brasile) nelle scorse ore. Il giudice brasiliano Josè Marcos Lunardelli, del Tribunale regionale federale della terza Regione, ha infatti concesso la libertà a Battisti, accogliendo la richiesta di habeas corpus avanzata dagli avvocati del terrorista.

Il giudice ha però richiesto che Battisti firmasse un impegno a comparire mensilmente in tribunale per dimostrare la sua residenza e giustificare le proprie attività, e a non lasciare la città in cui vive, la zona interna di San Paolo, senza autorizzazione della giustizia.

La decisione è provvisoria, ma Battisti potrebbe lasciare il carcere di Corumbà già nelle prossime ore. I suoi difensori, Igor Sant’Anna Tamasauskas e Otavio Mazieiro, hanno divulgato una nota alla stampa informando che stanno prendendo “tutte le misure necessarie” affinché il loro assistito sia liberato al più presto.

Foto da Twitter.