accusa di plagio per stranger things

La seconda stagione di Stranger Things, adesso è disponibile su Netflix. Il nuovo ciclo gravita attorno alla minaccia di uno shadow monster, un’inquietante creatura tentacolare che rischia di annientare l’immaginaria cittadina di Hawkins.

La seconda stagione si svolge nel 1984. Tornato a casa, Will Byers (Noah Schnapp) deve fare i conti con continue visioni e allucinazioni, a causa delle quali crede di ritrovarsi nel Sottosopra. Preoccupata, sua madre Joyce (Winona Ryder) richiede il parere clinico di alcuni dottori, i quali liquidano frettolosamente la questione parlando di stress post-traumatico. Mentre Nancy (Natalia Dier) e Mike Wheeler (Finn Wolfhard) sono dilaniati a causa della scomparsa di ‘Barb’ e di Undici (impersonata dalla giovanissima Millie Bobby Brown, che grazie a questo ruolo ha ottenuto una candidatura agli Emmy come miglior attrice non protagonista di una serie drammatica), una nuova entità mostruosa, dotata di tentacoli, minaccia la vita e gli equilibri della cerchia di sopravvissuti.

Uno dei momenti più attesi è il ritorno di Undici. Scomparsa nell’ultima puntata della prima stagione, la bambina interpretata riuscirà a trovare il modo per scappare dal Sottosopra e tornare ad Hawkins.

Prodotta da 21 Laps per Netflix, la seconda stagione di Stranger Things è composta da nove episodi.