Si è dimesso Paolo Giordana, capo di gabinetto del sindaco di Torino Chiara Appendino. La decisione, dopo la pubblicazione dell’intercettazione telefonica in cui chiedeva al presidente di Gtt, Walter Ceresa, di togliere una multa a un amico.

Ieri Giordana era stato ascoltato per oltre tre ore dai magistrati della Procura di Torino nell’ambito di un’altra inchiesta, relativa al bilancio del comune di Torino, per cui è indagato insieme al sindaco Appendino e all’assessore Sergio Rolando per concorso in falso in atto pubblico.

“Accetto le dimissioni di Paolo Giordana, sono umanamente dispiaciuta per la persona, lo ringrazio di aver messo al primo posto l’interesse della città”, ha detto il sindaco Appendino.